Categorie
Piccole Dolomiti relazioni valdastico

Spigolo Conforto

Cimoncello 1162m

Val d’Astico o Valdastico (VI)

Via adatta a chi cerca un pò di solitudine anche se a pochi passi da centri abitati.
Quando ormai in montagna, in certi luoghi avremo la quasi totale certezza di dividere la via con molti altri pretendenti: sopra, sotto ed a fianco; esistono anche altri luoghi, fuori dalle mode e dai report, ove itinerari classici sono perlopiù dimenticati o ripetuti solo dai locali.
Questo è uno di questi.


Apritori:

Umberto Conforto link, Luigi Toffoli e Danilo Zoppi il 26 maggio 1935 (tentativo il 7 e 14 aprile)


Accesso:

da SUD, uscita Piovene Rocchette -> Cogolo del Cengio -> Arsiero -> Tonezza. Poi:

Dall’alto: Arsiero -> Tonezza dentro al paese stare a sx presso la loc. Contrà Campana e prendere le chiare indicazioni per il Sacrario del Monte Cimone. Dopo 10min P l’auto nell’ampio spiazzo del sacrario

Dal basso: da Arsiero -> Tonezza posteggiare l’auto a sx in angusto e pericoloso spiazzo poco dopo la galleria n°4 “Tartura”. Risalire per esile sentiero i pendi boschivi fin sotto la parete (soluzione non provata e sconsigliata)


Attacco:

Tornare a piedi sulla strada per poche centinaia di metri fino ad incontrare sulla dx il sentiero 547 per il Cimoncello  . Percorrere il sentiero fino ad un bivio sulla dx, ignorarla e proseguire fino a che si scende per pochi metri e poi si risale in vista di una palina con indicazioni Cimoncello 10min  . Ora si seguono deboli tracce di sentiero fino a che si perviene sul ciglio del monte che si risale con andamento da E ad W fino alla sommità.
Qui si scende tra blocchi instabili cercando deboli ometti, tenendo la cresta S – SW (No la S che porta su terreno instabile ed infruttuoso!).
In prossimità di un vecchio chiodo a lama (foto)  allestire la prima doppia. Poi per cengia orizzontale si perviene ad altro ancoraggio e con altre 2 doppie (50m, 25m) si giunge alla sosta su albero sopra il primo tiro.
Con un’altra doppia si arriva all’attacco vero e proprio. (Noi abbiamo evitato visto che il primo tiro pareva sporco e friabile)


Tracciato via:

fonte www.umbertoconforto.net/

Schizzo via:

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download [275.02 KB]


Relazione:

Difficoltà:VI-, V, IV, III (V+ obbl.), D+
Proteggibilità:R1
Impegno:II
Sviluppo:125 m + 100m roccette
Tiri:6
Attrezzatura:NDA,  12 rinvii
Esposizione:S
Tipo di roccia:calcare
Periodo consigliato:primavera ed autunno
Tempo salita:circa 3.5h
Bellezza:***

Descrizione tiri:

L1 = III, IV 30m, sosta su albero (non percorso)

L2 = V, V+ 25m, R1: dalla comoda sosta si parte su placca povera di appigli, prima a dx poi a sx a cercare i punti più deboli. Si prende ora un diedro strapiombante che sale da sx a dx, standone fuori fino alla sosta su 2 spit-fix (uno traballante) e 2 chiodi con anello.

L3 = V, V+,VI- 25m, R1: su dritti per diedro verticale fino a che un tetto lo chiude come un cappello. Traversare a dx aiutati da bella fessura orizzontale e poi con movimenti tecnici salire leggermente verso dx per una placca tagliata verticalmente da fessura. Ignorare la variante che esce a sx e puntare alla sosta a dx su comoda cengia. Meno comodo raggiungerla. Sosta comoda ed esposta su chiodi e spit.

L4 = V, IV 30m, R1: traversare a dx pochi metri fin sotto l’evidente strapiombino che si supera con buoni appigli. Proseguire nel diedro e passare a sx di un albero e poi leggermente a dx fino a che non si perviene ad una evidente cengia orizzontale che si percorre per 10m a sx fino alla sosta su cordone metallico in clessidra. ( all’altezza della cengia sulla dx è visibile un chiodo e dopo a sx uno spit, prob. variante)

L5 = IV, III 15m, R3: risalire facili cenge fino ad una sosta con catena e libro di via.

L6 + L7 = III, III+ 100m, R3: in conserva protetta superare qualche breve muretto e ripidi prati stando sempre ben attenti alla qualità della roccia, quindi a ritroso sulla cresta salendo anche il primo tratto sceso in doppia che ora appare semplice (III, II)


Compagni:

Mirco Prandini


Foto Cimoncello:

Dal “Casarotto”

Altipiano Tonezza Cimoncello 1910 circa

Discesa:

  • se si è arrivati all’attacco tramite il P del Sacrario, alla fine della via si è a pochi minuti dall’auto. Prestare attenzione però ai numerosi sassi instabili sulla cresta sommitale.
  • se si è arrivati all’attacco dal basso si consiglia l’uscita sulla cengia erbosa mediana, che si segue a sx (faccia a monte) per circa 200m

GPS:


Note:

  • La via ha tiri molto belli, fosse più continua e lunga si meriterebbe le ****
  • La via è stata parzialmente incrociata e sovrapposta nel 2011 dalla “Forza Cariatidi” ben più difficile, per non sbagliarsi basta seguire i consigli dell’immortale Detassis: “Seguire il facile nel difficile “
  • Uscita formativa per aspiranti istruttori della scuola A.Montanari


Bibliografia:


Meteo:


Meteo Tonezza del Cimone

Ritieni utile la relazione?

Dona per lo sviluppo del sito e permettermi di togliere la pubblicità.
Grazie.

1€5€10€

Ti potrebbero anche interessare:

valdastico 4 4 Piccole Dolomiti 16 16

Gallery:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *